Dublino è una città che vale davvero la pena visitare in occasione di un week-end. Un viaggio nella capitale dell’Irlanda è ideale infatti per incontrare gente del posto ed apprezzarne il loro tipico stile di vita.

Il primo giorno di esplorazione della città di Dublino vi ritornerà utile per conoscere nei dettagli la storia irlandese visitando alcuni luoghi classici, mentre nel secondo avrete a disposizione dei momenti di relax e potrete scegliere altri interessanti itinerari.

Musei e luoghi di culto più interessanti a Dublino

L’Epic – The Irish Emigration Museum è uno dei luoghi di maggiore interesse culturale nella città di Dublino, in quanto offre un’esperienza interattiva della storia secolare dell’emigrazione irlandese nel mondo.

Nelle immediate vicinanze si trova la Jeanie Johnston, la riproduzione di una nave a tre alberi originariamente costruita per trasportare merci tra l’Irlanda e il Nord America.

Una tappa la merita anche il Trinity College, che è l’unico dell’Università di Dublino ed è considerato il migliore d’Irlanda. L’organizzazione fu fondata nel 1592 dalla prima regina Elisabetta e, come forse immaginate, ha una storia ricca e una quantità di edifici impressionanti che potete sia osservare dall’esterno sia visitare all’interno. Tra questi non deve mancare la vecchia biblioteca risalente al XVIII secolo, che nel suo ampio salone ospita oltre 200.000 libri adagiati su due splendidi piani. A tale proposito vale la pena ammirare il cosiddetto Book of Kells, ovvero il manoscritto medievale più famoso del mondo che narra i quattro Vangeli.

Si consiglia, inoltre, di visitare la National Gallery of Ireland, che ospita oltre 2.500 quadri e 10.000 altre opere d’arte. Tra i dipinti più famosi ci sono quelli di Turner, Rembrandt e dell’impressionista irlandese Walter Osborne.

Infine, durante un weekend a Dublino non deve mancare una visita alla Cattedrale di San Patrizio, patrono dell’Irlanda. L’edificio in stile gotico si trova vicino al pozzo da cui il santo nel 450 d.C prelevò l’acqua per battezzare gli irlandesi convertiti al cattolicesimo.

Lo shopping e il tempo libero a Dublino

Il secondo giorno del weekend a Dublino si può dedicare a una più rilassante passeggiata, senza tralasciare però altri siti di interesse storico. Non si può non visitare il Castello, con una torre che fu realizzata nel 1228. Il resto del complesso di tipica impronta medievale ospita, oggi, diversi edifici governativi e il Museo della Biblioteca di Chester Beatty.

A questo punto potete dedicarvi allo shopping nel centro commerciale di Stephen’s Green, che si snoda in un edificio i cui interni sono di un design davvero particolare; essi si presentano con finiture in vetro e acciaio che ricordano molto una stazione ferroviaria di epoca vittoriana. Ovviamente all’interno ci sono numerosi negozi di vario genere, e una zona per il fast food, dove è possibile consumare un pasto fugace a prezzi ragionevoli prima di proseguire con altre visite ed escursioni programmate.

Dopo aver apprezzato anche questo lato più rilassante che la capitale irlandese è in grado di offrire, il consiglio è di recarvi sul fiume Liffey, dove al tramonto potrete apprezzare il centro della città sotto un altro aspetto molto suggestivo. Verso sera non c’è niente di meglio che concludere la visita di Dublino con un tour del quartiere di Temple Bar, considerato il luogo preferito da turisti e locali per i pub. È il luogo ideale per gustare la famosa birra Guinness e per apprezzare ulteriormente lo stile di vita del popolo irlandese.

Sonia Padula
Sono nata il 24 Maggio 1991. Laureata in filosofia, appassionata di arte, scrittura creativa e fotografia, ho deciso di creare il magazine turismoweekend.com. Cerco di far coincindere i miei impegni con le mie più grandi passioni.