Per un fine settimana dedicato al relax e alla cura del tuo corpo, partiamo alla scoperta delle 5 terme da non perdere in Piemonte.

Piemonte: la meta ideale per un weekend di benessere alle terme

Se vivi in città saprai benissimo che il livello di traffico, smog e rumore può rappresentare un’occasione di stress spesso insopportabile. Hai voglia di scappare per un po’ senza allontanarti troppo? Allora potresti prendere in considerazione i numerosi servizi dedicati al relax delle terme in Piemonte: tra massaggi e bagni caldi, potrai fare una pausa dalla frenesia della vita quotidiana, recuperando il contatto con il tuo corpo.

Il Piemonte è una meta termale già dai tempi degli antichi romani: questi ultimi erano dei grandi appassionati di bagni termali e ne conoscevano profondamente le virtù terapeutiche. Ancora oggi, peraltro, ci sono numerose stazioni termali in questa regione, che potrai decidere di visitare per un fantastico weekend di benessere. Ecco perché abbiamo preparato una lista delle 5 terme in Piemonte da non perdere assolutamente.

Il Piemonte è famoso in tutto il mondo per le tradizioni culinarie e per il patrimonio vinicolo delle sue colline; non tutti sanno, però, che questa regione presenta anche una vocazione termale antichissima. Ma ora, senza ulteriori indugi, vediamo le più famose stazioni termali del Piemonte.

1. Verbania – Terme di Crodo

Approfittando dell’acqua che sgorga da ben tre fonti (la fonte Valle d’Oro, Lisiel e la fonte Monte Cistella), le sorgenti delle Terme di Crodo offrono un trattamento idropinico dedicato alla cura disturbi digestivi e alla stimolazione delle attività biliari.

Queste terme di trovano all’interno di un territorio molto bello, la zona di salvaguardia dell’Alpe Devero. Peraltro, la città di Crodo è famosa anche per essere la patria della celebre bibita chiamata “Crodino”.

La struttura si presenza con un grande salone di mescita dell’acqua che viene gestito dalle locali associazioni culturali, la Pro Loco Crodo e la Comunità Montana di Valli dell’Ossola.

2. Cuneo – Terme di Valdieri

Risale all’epoca rinascimentale l’interesse per questa località termale: qui l’acqua benefica sgorga dal Monte Matto a temperature molto elevate (tra i 40°C e i 75°C), presentandosi con una composizione solfurea (dato il contenuto di solfati, bicarbonati e sodio). La località di Vardieri si trova all’interno del Parco Naturale delle Alpi Marittime, al centro della Valle Gesso e del suo panorama fatto di faggi e altri alberi secolari. Situate a 1370 m, le Terme di Valdieri sono lo stabilimento termale più alto in Italia.

La stazione vera e propria è stata costruita in occasione della visita del Re Carlo Emanuele di Savoia, nel 1755, circostanza che ne giustifica la denominazione di “Terme Reali”. Da allora, la stazione è stata oggetto di numerose ristrutturazioni e ammodernamenti, rappresentando oggi un vero e proprio tempio per la cura del corpo: ciò ne fa una delle mete ideali per un weekend di benessere in Piemonte.

All’interno della stazione, aperta da giugno a settembre, troverai la piscina termale all’aperto, che può vantare una vista meravigliosa verso le Alpi, un calidarium presso cui fare tonificanti bagni di vapore, un solarium e molti altri giochi d’acqua.

3. Torino – QC Terme

Nel capoluogo del Piemonte, proprio nel bel mezzo del centro cittadino e a pochi passi dalla Galleria di Arte Moderna, si trova il Palazzo Abegg, un edificio costruito nel 1875 e dotato di numerosi saloni, stanze e un giardino rilassante. Questa è la sede che ospita le QC Terme di Torino: qui potrai trovare vasche sensoriali, piscine, bagni di vapore e un gran numero di massaggi differenti.

4. Alessandria – Acqui Terme/Spa Lago delle Sorgenti

Aquae Statiellae: era il nome di queste terme costruite nel I secolo d.C. dai romani, una toponomastica che viene richiamata anche dalla denominazione dell’attuale centro termale di Acqui Terme. Qui le acque sgorgano ad una temperatura compresa tra i 30°C e i 70°C da oltre 35 sorgenti: le acque benefiche possiedono proprietà uniche che favoriscono terapie volte a curare artrosi, fibromialgie e tendiniti.

Il complesso termale è in realtà composto da diverse strutture alle quali rivolgersi per un weekend di benessere. Una delle più famose è la SPA Lago delle Sorgenti, ospitata all’interno del Grand Hotel Nuove Terme: il centro possiede una piscina con acqua termale, una piscina romana, bagni di vapore con aromaterapia, sauna finlandese e un intero percorso olistico composto da 12 tappe e accompagnato da musico-terapia per il completo relax del corpo e della mente.

5. Cuneo – Terme di Vicoforte

Questa stazione termale presenta una grande varietà di acque (con componenti alcaline, di arsenico, bicarbonati e carbonio), che affluiscono da due distinte sorgenti scoperte a metà ‘800. La struttura permette un notevole numero di trattamenti e percorsi studiati appositamente per la cura del benessere corporeo. Le acque, inoltre, presentano importanti proprietà che favoriscono terapie rivolte all’apparato gastroenterico e alla cura di malattie cardiovascolari.