Situato tra le colline dell’Appennino parmense, nel cuore della Pianura Padana, Salsomaggiore Terme è un piccolo comune emiliano-romagnolo noto principalmente per le sue acque termali. Utilizzate già da antichi romani e celti, sono state riscoperte nel XIX secolo e da allora attirano ogni giorno persone da tutto il mondo: chi in cerca di un semplice weekend di svago e relax, chi per godere dei benefici curativi delle famose acque salsobromoiodiche.

Perché visitare Salsomaggiore Terme

Appena un’ora e mezza di macchina ci porterà dalla confusione e dalla frenesia di città come Milano o Bologna alla tranquillità di Salsomaggiore Terme: il posto ideale, insomma, per chi desidera risollevarsi dallo stress quotidiano e visitare un comune ricco di storia.

Le terme sono la meta turistica per eccellenza per chi è in cerca di relax, mentre il centro cittadino offre un’ampia scelta di musei, monumenti ed edifici storici. Questo piccolo comune emiliano-romagnolo è adatto ad accogliere ogni genere di turista, dagli appassionati di storia agli amanti della natura, dagli esperti di architettura agli innamorati di massaggi e trattamenti benessere.

Cosa vedere e cosa fare a Salsomaggiore Terme

Ogni anno, da aprile a ottobre, il comune di Salsomaggiore Terme elabora un calendario ricco di eventi di ogni genere, pronti a rispondere alle esigenze di famiglie, coppie, giovani e anziani: tipici mercatini che si snodano per le vie del centro storico, festival musicali, concerti di musica classica, rassegne letterarie, conferenze; non possono poi mancare gli eventi dedicati al cibo, vanto dell’EmiliaRomagna.

La città è arricchita da un classico stile Liberty, che può essere notato prima di tutto sul volto della famosa stazione termale, risalente all’Ottocento ed elaborata in pieno periodo Déco. Lo stesso stile può essere apprezzato sul Pozzo Scotti, sulla Palazzina Warowland e sul Palazzo dei Congressi: un vero e proprio percorso Liberty si snoda all’interno della città, per la delizia dei turisti appassionati di architettura.

Per gli amanti della storia, invece, è imperdibile una visita ai Castelli del Sale, eretti in epoca medievale sulle colline che circondano Salsomaggiore Terme. Chi poi anela a una passeggiata immerso nella natura rigogliosa dell’appennino, può recarsi a pochi chilometri dal centro cittadino, dove si trova il Parco Regionale dello Stirone e del Piacenziano: l’intera area è considerata di grande importanza dal punto di vista paleontologico, e sono attualmente in corso i lavori di costruzione di un museo a tema.

Le terme di Salsomaggiore

La storia delle terme di Salsomaggiore ha origine con Lorenzo Berzieri, il medico che per primo decise di testare i benefici delle acque del luogo; grazie alle sue cure, una bambina affetta da una grave forma di osteite giudicata inguaribile recuperò la salute. Da allora gli studi sulle acque termali e i loro benefici continuarono, fino alla fondazione nel 1998 dell’odierno Centro Benessere Termale.

Le terme di Salsomaggiore, oggi, sono il fiore all’occhiello del piccolo comune emiliano-romagnolo. Le acque dalle famose proprietà curative sono utilizzate in combinazione con trattamenti specifici per numerose patologie.

Per chi desidera semplicemente godersi un weekend rilassante, è possibile approfittare dei numerosi servizi offerti dalla struttura, che comprendono bagni di fango, massaggi, piscine coperte e alcuni tra i più moderni trattamenti per la cura della pelle.

Salsomaggiore Terme è il luogo ideale per dedicarsi alla propria salute, esteriore e interiore.