Quando si pensa a una città romantica il primo pensiero va a Parigi: la capitale francese è il simbolo del romanticismo ed è la meta perfetta per un viaggio in compagnia della propria dolce metà!

Scopriamo come si possono trascorrere 3 giorni romantici a Parigi.

I luoghi più romantici per una vacanza a Parigi

3 giorni romantici a Parigi non possono che prendere il via dalla Rive Gauche: con questo termine si indica la riva sinistra della Senna, il fiume che attraversa la città. Perché iniziare da qui il proprio soggiorno parigino? Perché la zona circostante si distingue da quella che si può visitare dall’altra parte per il proprio spirito giovane ed anticonformista.

Un luogo da visitare è il quartiere di St. Germain-des-près: questo è stato, ed è tutt’ora, uno dei fulcri del mondo intellettuale parigino e tra le tappe obbligate vi sono Place Furstenberg che vi conquisterà con il suo fascino silenzioso, e il Museo Delacroix.

Successivamente si può visitare quello che è uno dei simboli della capitale, ovvero la Cattedrale di Notre Dame: luogo non solo di Quasimodo e del suo amore irrealizzabile per Esmeralda, ma anche uno degli esempi più affascinanti di architettura gotica europea.

Dopo aver ammirato la Cattedrale di Notre Dame, potrete recarvi, passando per il giardino che si trova sul lato destro della chiesa, in un altro luogo carico di significato: la casa dove si è consumato l’amore tra Abelardo ed Eloise, quasi un secolo fa.

Il secondo giorno di vacanza a Parigi può prendere il via con una passeggiata in mezzo alla natura. Il consiglio è di recarvi al Bois de Boulogne che si caratterizza per il fatto di essere uno dei boschi più affascinanti della città; ciò grazie ai suoi sentieri ed ai vari laghetti di ridotte dimensioni dove vi potrete fermare a rimirare una natura ancora oggi incontaminata.

E’ arrivato il momento di visitare il polo museale più importante di Francia e che tutto il mondo invidia a Parigi: il Louvre. Non basterebbe una giornata intera per visitarlo tutto, ma nel corso di qualche ora avrete comunque modo di coglierne appieno l’essenza che va ben oltre “La Gioconda.

Ovviamente non potere soggiornare e Parigi senza visitare il suo simbolo più importante: la Torre Eiffel. Il consiglio è quello di arrivare fino al suo punto più alto per poter godere non solo di una vista mozzafiato, ma anche per poter vivere un momento di puro romanticismo con la vostra dolce metà: scambiarsi un bacio nel punto più alto della Torre Eiffel è qualcosa che non si dimenticherà mai.

Gli altri luoghi di Parigi perfetti per una vacanza romantica

L’ultimo dei 3 giorni romantici a Parigi può iniziare con la scoperta di Montmartre: questo è senza dubbio un quartiere che fa rima con romanticismo e ciò dipende dal fatto che a partire dalla prima metà del 1800 è divenuto uno degli epicentri culturali della città.

Per comprendere quanto appena detto, basti pensare al fatto che qui hanno dimorato ed espresso la propria arte, solo per fare 2 nomi, giganti del calibro di Picasso e Renoir. Passeggiare per il quartiere è esperienza molto romantica ed intima, anche grazie alla presenza di diversi artisti di strada, tra cui predominano i pittori. Molto bella è anche la Chiesa del Sacro Cuore che si trova in un punto da cui si ha la possibilità di vedere quasi tutta Parigi.

La seconda tappa obbligata dell’ultimo giorno a Parigi è la Conciergerie; questo palazzo venne costruito con l’idea di farne il primo palazzo reale di Parigi, in effetti questa fu inizialmente la sua destinazione, ma successivamente divenne una prigione in cui, nel corso del cruento periodo della Rivoluzione Francese, venne incarcerata anche Maria Antonietta.

Tra i luoghi che devono far parte del vostro romantico itinerario di 3 giorni a Parigi, vi è anche Place Duphine, il simbolo dei tanti luoghi affascinanti che la città ha da offrire, ma purtroppo o per fortuna ancora sconosciuta al “turismo di massa”.

Questa piccola piazza si trova in una zona di Parigi non troppo trafficata e consente di trascorrere piacevoli e romantici momenti lontani dal caos tipico delle grandi città europee come Parigi.

Prima di mettere in valigia i ricordi che Parigi con il suo romanticismo è capace di lasciare in dote, vale la pena trovare il tempo per vivere altri due momenti indimenticabili; recandovi nella zona della Senna, potrete fare un romantico giro in battello: in questo modo non solo godrete di una prospettiva di Parigi del tutto nuova rispetto a quella a cui si è di solito abituati, ma avrete anche la possibilità di cogliere l’essenza romantica della Senna, uno dei tanti simboli della città.

Prima di ripartire verso casa dovrete ritagliare uno spazio di tempo per visitare anche il Museo della Vita Romantica. Per farlo vi sarà necessario tornare nel quartiere di Montmartre e passare attraverso un bellissimo viale alberato. Questo polo museale ospita alcune tra le opere pittoriche e non solo di coloro che hanno fatto la storia del romanticismo francese.