Cosa tratteremo

Se stai per partire alla volta di San Pietroburgo per un weekend magico, ecco alcuni dei luoghi da non perdere durante la tua visita.

Fiabesca e come smarrita in un passato regale, San Pietroburgo è una città che meriterebbe una visita approfondita e dedicata alla scoperta delle sue numerose meraviglie: dai musei alle cattedrali, dai vicoli ottocenteschi alla Neva, passando per palazzi reali e un centro storico dichiarato Patrimonio Unesco. Organizzandosi bene, però, è possibile concentrare in pochi giorni tutto questo: vediamo cosa vedere durante un weekend a San Pietroburgo.

Giorno 1

Mattina – Ipotizzando di aver organizzato il tuo viaggio in modo da arrivare la sera precedente o al mattino presto, avrai tutta la giornata davanti per partire alla volta dei monumenti più importanti di San Pietroburgo.

Cominciamo con il Museo dell’Hermitage: si tratta del complesso museale più importante della Russia e, considerate le sue dimensioni, è difficile riuscire a concentrare l’intera visita in un’unica giornata. Per questo, il nostro consiglio è quello di fare una ricerca prima della partenza per visitare soltanto le aree più interessanti. Per darti un’idea approssimativa della ricchezza delle collezioni che sono ospitate qui, considera che il museo è distribuito in ben cinque edifici: il Palazzo d’Inverno, il nuovo Hermitage, il Gran Hermitage, il Piccolo Hermitage e il Teatro Hermitage.

Ti consigliamo di non perdere le grandiose sale imperiali del Palazzo d’Inverno, che costituiva la residenza invernale degli zar di Russia. Per concludere la visita, potresti uscire sulla Piazza del Palazzo, dove troverai anche ristoranti e luoghi in cui poterti rilassare dopo la visita.

Pomeriggio – Dopo esserti concesso una sosta, dalla Piazza del Palazzo potrai attraversare il romantico Ponte omonimo per raggiungere il lato opposto della Neva. Qui troverai una storica piazza, chiamata della Borsa o nota come “Punta dell’Isola di San Basilio”. Proseguendo con il fiume alla propria destra potrai raggiungere un’altra meta molto importante: il Palazzo Meshikov, tra gli edifici più caratteristici di San Pietroburgo per la sua architettura barocca che simboleggia tutta la cultura dell’epoca zarista.

Si può concludere la parte della giornata dedicata alla visita passeggiando tranquillamente lungo la Prospettiva Nevskij: questa arteria leggendaria che fiancheggia il fiume Neva rappresenta un vero e proprio concentrato di edifici e monumenti, rendendola ideale per immergersi nel panorama più autentico e magico della città. Potresti anche valutare l’ipotesi di una crociera sul fiume al tramonto, per ammirare anche il caratteristico momento in cui viene sollevato il Ponte Lomonosov, a breve distanza dall’argine del Fontanka.

Giorno 2

Mattina – Il secondo giorno del tuo weekend a San Pietroburgo potrà cominciare, dopo una robusta colazione, passeggiando all’interno del meraviglioso Giardino d’Estate: questo parco antichissimo è disseminato di fontane e sculture realizzate da artisti italiani appositamente per gli zar e nasconde, al centro, il Palazzo d’Estate. Questo complesso di edifici realizzato nel più tipico stile barocco russo era un tempo la residenza estiva degli zar ed è aperto al pubblico, che così potrà ammirare le ampie sale, gli specchi e i dettagli dorati delle sue pareti.

Non troppo lontano si trova un’altra famosa residenza zarista, il Palazzo di Marmo, che deve il proprio nome al fatto che le sue decorazioni interne ed esterne sono state realizzate utilizzando più di 30 tipologie diverse di marmo: da apprezzare il confronto con il Palazzo d’Estate e la transizione verso uno stile più ispirato al classicismo.

Pomeriggio – La seconda parte della giornata può essere destinata alla scoperta delle tre più importanti chiese di San Pietroburgo: la Cattedrale di Sant’Isacco, il Salvatore sul Sangue Versato (chiamata dai russi “Cattedrale della Resurrezione di Cristo”) e la Cattedrale di Kazan.

La Cattedrale di Sant’Isacco, situata nella piazza omonima, è il tempio più importante di San Pietroburgo. Il più importante elemento della struttura è la cupola, che è una delle più grandi al mondo e rende questa cattedrale la seconda chiesa ortodossa più elevata al mondo. Gli interni sono ricoperti di marmi, sculture e decorazioni che rendono il suo aspetto maestoso.

La seconda è costruita nel pieno stile del barocco russo e si caratterizza per gli esterni colorati e appariscenti; ma è l’interno a conservare le maggiori sorprese: la chiesa ospita, infatti, una delle più grandi collezioni di mosaici monumentali in Europa.

L’ultima, invece, è una chiesta costruita in stile neoclassico e dedicata a una delle icone più venerate dalla chiesa ortodossa, la Madonna di Kazan. Nelle vicinanze, peraltro, è visitabile anche il principale Teatro di Michajlovskij, nel quale potresti decidere di assistere ad uno dei meravigliosi spettacoli presenti in cartellone.