Cosa tratteremo

L’Umbria è una regione che ha moltissimo da offrire dal punto di vista turistico: i paesaggi rigogliosi di natura incontaminata e gli incantevoli borghi antichi riescono ad affascinare tutti i numerosi visitatori!

Ecco le due tappe da non perdere in un weekend all’insegno della bellezza naturale e architettonica: scopri Perugia e Gubbio.

Perugia

Il capoluogo dell’Umbria è una città “in salita”, il cui centro storico è caratterizzato da numerosi angoli dai quali è possibile ammirare splendidi panorami naturali.

Passeggiando lungo lo storico Corso Vannucci si arriva alla famosa Fontana Maggiore, decorata con 24 statue e impreziosita da 50 bassorilievi, antistante all’imponente Palazzo dei Priori, considerato il simbolo per antonomasia del suo centro storico.

Attraversando il suo splendido portale gotico sormontato dal grifo (simbolo di Perugia) e dal leone, si accede alla Galleria Nazionale dell’Umbria comprendente opere di Beato Angelico, Duccio da Boninsegna, Pinturicchio, Piero della Francesca e Perugino.

Sulla medievale Piazza del Mercato si innalza la Cattedrale di San Lorenzo, costruita sui resti di una chiesa del X secolo e ampliata nelle epoche successive, che contiene numerosi affreschi di rara suggestione.

Il nucleo centrale di Perugia, racchiuso dalle due cinte murarie (quella interna risalente agli Etruschi e quella esterna Medievale) è ricchissimo di molti altri monumenti, di famosi musei e di stradine convergenti verso il centro storico che conserva l’impronta del tipico borgo trecentesco. In epoca Etrusca la città era completamente circondata dalle mura, di cui ancora oggi sono presenti alcuni tratti delimitanti i 5 rioni storici.

Nel quartiere medievale della Conca è possibile ammirare la suggestiva piazza erbosa di San Francesco al Prato, antistante all’omonima chiesa sconsacrata, dove vengono allestiti interessanti spettacoli teatrali e musicali.

Gubbio

Con i famosi quartieri medievali intitolati a diversi santi venerati nella zona, Gubbio è dominata dal monte Igino, la cui sagoma imponente è spesso visibile dalle stradine del suo centro storico.

Le chiese rappresentano una delle principali attrattive del paese, come la famosissima Basilica di San Francesco, la Cattedrale di San Giovanni Battista e di San Domenico, che offrono interessanti esempi di vari stili architettonici.

In particolare il Duomo di Gubbio (Cattedrale dei santi Mariano e Giacomo), splendida icona di architettura gotica, nella sua assoluta semplicità contiene all’interno alcune famose vetrate policrome di rara suggestione.

Il gotico Palazzo dei Consoli ospita il Museo Civico, dove sono custodite le preziose Tavole Eugubine.

Tutto l’antico nucleo della città merita una visita approfondita in quanto, oltre ai tanti monumenti e palazzi storici, l’atmosfera che si respira passeggiando lungo le stradine ricche di botteghe artigianali riporta alla vita dei secoli passati.

La Piazza Grande (Piazza della Signoria) è un esempio di perfetta conservazione urbanistica, dove l’architettura dei palazzi storici ha mantenuto inalterata la sua impronta caratteristica.

Il Palazzo Ducale, costituito da due parti (una rivolta verso la montagna e l’altra verso la valle), è l’unico esempio di stile rinascimentale in una città quasi completamente medievale.

Appena fuori dalle antiche mura è possibile ammirare i resti dell’antico Teatro Romano, che risale al I secolo a.C., particolarmente suggestivo per la sua ambientazione in aperta campagna.