Quando si ha la fortuna di poter pianificare un weekend fuori porta spesso si pensa alla Grecia, una delle mete più amate che suscita molto interesse per la grande storia alle sue spalle e per i posti mozzafiato che si possono visitare.

Bastano pochi giorni per visitare le maggiori città o isole Greche, un weekend va più che bene in quanto non parliamo di grandi metropoli, ma di cittadine ed isolotti che hanno tanto da offrire.

Una delle mete più gettonate quando si parla di viaggi in Grecia è l’isola di Skiathos. Si tratta dell’isola più famosa dell’arcipelago delle Sporadi, adatta per qualsiasi tipo di viaggio: divertimento, relax e ovviamente mare, l’isola vanta infatti un palmares di oltre sessanta fra spiagge e spiaggette.

La città di Skiathos è rinominata la “Capri dell’Egeo”, sul lungomare si possono trovare lussuosi yacht che dal tramonto fino a tarda notte si trasformano in vere e proprie discoteche all’aperto.

Il consiglio degli isolani per chi vuole concedersi una vacanza non troppo movimentata e godere di un buon relax è quello di approfittare del mese di settembre, quando l’isola è meno affollata rispetto a luglio/agosto, ma il clima ancora caldo e le giornate lunghe offriranno un relax pazzesco ai visitatori.

Come arrivare a Skiathos

L’isola di Skiathos è raggiungibile dall’Italia in aereo o via mare. In estate si può trovare facilmente un volo diretto dall’Italia fino all’aeroporto di Skiathos, che si trova appena a 2km dal centro città, dunque raggiungibile facilmente in auto, con un mezzo proprio oppure con gli economici taxi. In alternativa al volo diretto, sono numerosi i voli che fanno scalo ad Atene.

In traghetto invece da Volos o da Agios Konstandinos: si impiegano circa 3 ore in nave mentre 1 ora e 30 minuti in aliscafo, durante il periodo estivo tutte le isole delle Sporadi sono collegate con il servizio di traghetto.

Cosa vedere a Skiathos

Skiathos è la meta perfetta per una vacanza dedicata al relax, al divertimento e persino alle esplorazioni, con le sessanta spiagge che si possono trovare sull’isola, molte di queste sono “nascoste” e raggiungibili solo tramite specifici sentieri o dal mare.

Il centro città è molto suggestivo, e qui si trovano le principali abitazioni degli isolani, poco lontane dalle spiagge. Papadiamantis è la sua via principale, dove si può fare una passeggiata e fare shopping. Tappa obbligata è la chiesa di Agios Nikolaos, protettore dei naviganti.

Il museo più importante della città non è altro che la casa in cui è vissuto lo scrittore Alexandros Papadiamantis, uno degli scrittori greci più celebre.

Le spiagge più importanti

Koukounaries è sicuramente la spiaggia più rinomata dell’intera isola, si trova all’interno di un parco naturale ed è molto apprezzata dai turisti anche grazie alla foresta di pini che sorge alle sue spalle, riparandola dalla calura estiva.

La seconda spiaggia dell’isola è Aselinos, una graziosa spiaggia di sabbia grossolana e ciottoli, la meta principale dei tour in barca, nonché dei proprietari di yacht. La spiaggia è molto affollata di pomeriggio, per goderne la tranquillità è consigliato visitarla di mattina, dall’alba fino alle 10 di pomeriggio circa.