Un fine settimana di puro benessere e completo relax: è questa la promessa della splendida Santa Cesarea Terme, piccolo centro termale sulla costa orientale salentina.

Direttamente affacciato sulle acque cristalline dell’adriatico, arroccato sulle alte scogliere intarsiate da grotte e faraglioni, il centro pugliese è famoso, oltre che per lo spettacolare paesaggio naturale, per le antiche terme sulfuree e clorurate, considerate un toccasana per ogni genere di malanno. Un weekend in questo paradiso non può che rinfrancare il corpo e rigenerare lo spirito.

Benessere e relax – Le Terme di Santa Cesarea

Immediatamente a sud della celebre cittadina di Otranto, nella propaggine più orientale della Puglia, sorge Santa Cesarea Terme, il cui territorio è caratterizzato dalla costa alta, a picco sul mare, nella quale si aprono numerose grotte e cavità naturali. In quattro di queste grotte, denominate Gattulla, Fetida, Solfurea e Solfatara, sgorgano le sorgenti di acque sulfuree e salso-bromo-iodiche dalle virtù taumaturgiche e curative.

Le acque termali, una volta raggiunto lo stabilimento, vengono utilizzate ad una temperatura di circa 36/37°C e diversificate in più percorsi terapeutici in funzione dei disturbi o delle patologie da curare.

I gas, i fanghi e le tiepide acque delle sorgenti sotterranee apportano notevoli benefici per i malanni di natura reumatica, respiratoria, dermatologica, uditiva e ginecologica; le malattie specifiche curate presso le Terme sono bronchiti, faringiti, artrosi, dermatosi, sinusiti, laringiti, tracheiti e dolori muscolari.

Ma lo scopo delle terme non è solo curativo. La permanenza nelle tiepide acque delle piscine termali, le atmosfere ovattate e intrise di essenze aromatiche, le luci soffuse, costituiscono balsami emollienti per l’anima e per il corpo. I trattamenti ed i massaggi forniti nel circuito termale restituiscono vigore e tono al fisico minato dallo stress quotidiano.

I pacchetti offerti dalla stazione termale sono calibrati in funzione alle diverse esigenze e hanno durata che va da uno a due giorni, ideali per il fine settimana, fino alle promozioni settimanali, per esperienze sensoriali di lunga durata.

Il benessere naturale delle Piscine

Accanto alle piscine artificiali dello stabilimento termale, Santa Cesarea offre suggestive piscine naturali, createsi all’interno di antiche cave di carparo, la classica pietra leccese con la quale sono state realizzate tutte le meraviglie architettoniche del Salento. In queste enormi vasche di tufo, l’acqua è poco profonda, trasparente e cristallina, gradevolmente calda e declinata nelle più belle sfumature del turchese e del verde smeraldo.

Accessibili tramite una pittoresca scalinata letteralmente scolpita nella roccia, le piscine naturali inducono ad una lunga permanenza, poiché, una volta entrati, sarà davvero difficile uscirne.

Il periodo migliore per godere di tali affascinanti piscine va da maggio a settembre e, se le condizioni meteorologiche lo consentono, anche fino ad ottobre. Ad agosto risultano forse un po’ affollate a causa dei tanti turisti e dei locali che vi si riversano.

Il centro “liberty” di Santa Cesarea Terme

La piccola cittadina di Santa Cesarea Terme, affacciata sul canale di Otranto, ha alle spalle una storia antica. Sebbene le sue caverne fossero frequentate già in epoche remote, l’asperità della roccia su cui si erge ha tardato notevolmente la nascita della cittadina che ha visto la luce solo nell’Ottocento. A questo periodo, infatti, risalgono le tante ville signorili che ravvivano l’architettura del centro storico. Alcune in stile liberty, eleganti e raffinate, altre in stile moresco, eredità culturale del lungo dominio turco-saraceno della zona.

Una passeggiata lungo il Belvedere di Santa Cesarea offre uno spettacolo straordinario che consente di ammirare la costa salentina fino alle estreme pendici meridionali di Santa Maria di Leuca.

Sonia Padula
Sono nata il 24 Maggio 1991. Laureata in filosofia, appassionata di arte, scrittura creativa e fotografia, ho deciso di creare il magazine turismoweekend.com. Cerco di far coincindere i miei impegni con le mie più grandi passioni.