Riga è la capitale della Lettonia. Come la vicina Tallin, capitale dell’Estonia, anche Riga si affaccia sul Mar Baltico.

Non tutti sanno che esiste una sinistra leggenda intorno alla città più importante dello Stato lettone, secondo cui quando verrà completata sprofonderà nel fiume Daugava. Leggenda a parte, Riga offre numerosi punti di interesse per i tanti visitatori che giungono nell’Europa settentrionale al confine con l’immenso Stato della Russia. Di seguito le cose più importanti da vedere durante un weekend a Riga.

Città Vecchia

Il fiume Daugava divide Riga in due. Da una parte c’è la Città Vecchia, dall’altra parte l’area della città costruita più recentemente. Ed è proprio la Città Vecchia a essere stata insignita del prestigioso riconoscimento Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Gli abitanti locali chiamano la Città Vecchia di Riga con l’appellativo di Vecriga. È caratterizzata da tante piccole strade, che conducono di fronte al Duomo.

Una delle principali attrazioni della Città Vecchia è la Casa del Gatto. Il suo stile (Art Nouveau) la porta a essere in forte contraddizione con il quartiere a cui appartiene, visto che è la città di più recente costruzione a essere caratterizzata dallo stile Art Nouveau. Un altro punto di notevole interesse all’interno della Città Vecchia è la piazza del Municipio (conosciuta come Ratskaukums). Qui si affacciano alcuni dei simboli di Riga, tra cui la Casa delle Teste nere.

Casa delle Teste nere

La Casa delle Teste nere si trova nella Città Vecchia di Riga e si affaccia sulla piazza del Municipio. Il nome in lingua lettone è Melngalvju nams. Viene chiamata così in onore dei mercanti tedeschi non sposati residenti a Riga già dal Trecento.

L’edificio vanta una facciata rinascimentale e una forma architettonica gotica. Durante la Seconda Guerra Mondiale, la Casa delle Teste nere di Riga subì il bombardamento da parte dei nazisti, venendo in gran parte distrutta. L’attuale struttura è stata oggetto di un lungo lavoro di restauro. Sono in tanti a meravigliarsi del fatto che l’edificio non sia “originale”, proprio per via della sua bellezza e sontuosità.

In passato, la Casa delle Teste nere ha ospitato diverse personalità di spicco, tra cui il musicista Richard Wagner, che visse qui nella prima metà dell’Ottocento per due anni consecutivi, un periodo durante il quale ebbe modo di vivere la suggestiva atmosfera di Riga in occasione dei suoi concerti.

Il Duomo

Il Duomo di Riga, noto con l’appellativo di Doma Baznica, è l’edificio religioso più importante della capitale lettone, nonché di tutte le Repubbliche del Mar Baltico (se si prende come riferimento la fede protestante).

La sua costruzione risale ai primi anni del XIII secolo, quando ancora nella piazza circostante non era stato costruito nessun edificio. All’inizio, il Duomo era stato progettato per diventare un edificio di culto cattolico, ma negli anni successivi le cose cambiarono in fretta.

Oggi infatti sono gli elementi barocchi e gotici a dominare la scena, mettendo in ombra il lavoro originale che prevedeva lo stile romanico. La torre e la guglia barocca, con la prima che raggiunge i 90 metri di altezza, rappresentano il simbolo della città di Riga. Nel corso dell’anno, inoltre, la Doma Baznica ospita numerosi concerti, a testimonianza della tradizione artistica di Riga (già in passato aveva ospitato celebri musicisti, su tutti il celebre compositore tedesco Richard Wagner).

Quartiere Art Nouveau

Il quartiere Art Nouveau si trova sulla sponda opposta della Città Vecchia di Riga. Numerosi turisti sono tratti in errore dall’appellativo Centrs assegnato al quartiere, credendo si tratti del centro storico quando in realtà non lo è.

Si chiama Art Nouveau perché sono presenti centinaia di edifici (circa 800) realizzati con questo stile o con quello Liberty, tanto da far assomigliare questa determinata area di Riga a Vienna o allo stesso centro storico di Lubiana. Tra Art Nouveau e Liberty si inserisce anche lo Jugendstil, il quale riesce a proporre numerosi esempi di statue, decorazioni e maioliche.

Il quartiere Art Nouveau di Riga si compone sottoforma di un quadrilatero. Sono presenti in totale quattro vie: le due più importanti sono Alberta Iela ed Elisabetes Iela. In quest’ultima sorgono il Teatro Nazionale di Riga e il Museo Nazionale d’Arte, oltre al complesso universitario.