Mare, sole e un cielo blu che sembra disegnato dal più romantico dei pittori, la Puglia riesce a far contenti proprio tutti, con le sue città ricche di cultura e architettura e un clima gradevole in tutte le stagioni. Un weekend con un itinerario abilmente organizzato è sufficiente per la visita ad alcune delle più belle località salentine.

Il percorso che proponiamo è composto da tre tappe: Castro, Otranto e Santa Cesarea, città diverse tra loro per storia e conformazione, ma tutte meritevoli di essere visitate.

Castro

Nella zona orientale della costa salentina, a poca distanza dalla famosa Santa Maria di Leuca, si erge una meravigliosa scogliera dove il mare azzurro e i paesaggi naturali sapranno stupire il più esigente viaggiatore: è Castro.

Divisa in Castro Superiore, dove si trova l’antico borgo con il Castello Aragonese che fa da guardiano al mare, e Castro Marina, nella parte bassa della città, che ospita il porto, Castro è la meta ideale per chi ama praticare la pesca subacquea e le passeggiate in barca. Qui è possibile, infatti, visitare spettacolari grotte naturali che apriranno meravigliosi scorci di mare e fondali ricchissimi.

Perfetta per chi ama trascorrere qualche giorno immerso nei ritmi lenti e flemmatici dei pescatori del posto, è consigliato il pernottamento presso l’Hotel Panoramico, una struttura che riesce a coniugare un’ottima location, grazie al panorama mozzafiato, con un ristorante che offre prelibatezze enogastronomiche tipiche della regione, capaci di conquistare tutti i palati, anche i più esigenti.

Grazie alla posizione strategica della struttura, da qui ci si può agevolmente spostare verso le altre due tappe del nostro tour: Otranto e Santa Cesarea Terme, che si trovano a breve distanza da Castro.

Otranto

Otranto è una gemma rara del Salento, ricca di spiagge meravigliose, una storia millenaria che ha lasciato segni di arte e spiritualità in ogni angolo e paesaggi naturali incantevoli, tanto da essere dichiarata Patrimonio culturale dell’UNESCO nel 2010.

Tutto il centro si espande attorno al Castello, e da questo punto si propagano vicoletti, stradine, cortili con bottegucce di artigiani e piccole case piene di fiori che catapultano il visitatore in un mondo ormai perduto, popolato da gente accogliente e sempre sorridente. Obbligatoria la sosta alla Cattedrale dedicata a santa Maria Annunziata, dove è possibile ammirare il famoso mosaico pavimentale che rappresenta “l’Albero della vita”, considerato uno dei più grandi d’Europa.

Ma la vera forza di questa località sono i litorali caraibici, dove fare qualche tuffo immersi in acque cristalline o semplicemente lasciarsi andare con lo sguardo nell’immensità di un mare meraviglioso. Le più belle spiagge sono la Baia dei Turchi, che unisce il colore verde di una folta pineta a quello azzurro del mare, con fondali sabbiosi, e la Cala dei Normanni, molto piccola e più adatta a coloro che non vogliono allontanarsi dalla zona centrale.

Santa Cesarea Terme

L’ultima tappa per un weekend all’insegna del mare e della cultura ce lo offre Santa Cesarea Terme. Natura selvaggia e colori iridescenti, questa località si presenta con un’alta scogliera incorniciata in un fitto bosco di pini, dove il mare in tempesta con le onde che si scagliano contro la roccia, sembrano trasportarci all’interno di un romanzo avventuroso.

Lunghe passeggiate immersi nella natura e sessioni di snorkeling per curiosare nei fondali marini ricchi di pesci variegati, divertiranno adulti e bambini.

Castro, Otranto e Santa Cesarea Terme, meravigliose località che vi sapranno viziare e conquistare.